Titolo italiano: Le avventure della dolce Kati

Titolo originale: Makiba no shoujo Katri

Produzione: Makiba no shoujo Katri

Trasmesso in Italia: Rete 4, dal 1985; Italia 1 (repliche); Boing (repliche, dal giugno 2009); Hiro (repliche, dall'aprile 2011)

Numero episodi: 49

Durata episodio: 24 minuti

SIGLA: "Le avventure della dolce Kati", cantata da Cristina D'Avena

 

 

Le avventure della dolce Kati (牧場の少女カトリ Makiba no Shōjo Katori? (letteralmente Katri, la bambina della fattoria), è un anime tratto dal romanzo breve Paimen, piika ja emäntä, scritto nel 1938 dalla scrittrice finlandese Auni Nuolivaara e prodotto in 49 episodi dalla Nippon Animatio nel 1984 per il progetto World Masterpiece Theater (Sekai Meisaku Gekijo). La serie è stata trasmessa per la prima volta dal network Fuji TV a partire da gennaio 1984 e in Italia da Rete 4 nel 1985 con successive repliche su Italia 1. L’anime racconta una storia ambientata in luoghi e paesaggi raramente frequentati dall’animazione giapponese, collocata nel periodo successivo alla prima guerra mondiale; la protagonista vive in Finlandia, un Paese che si è appena liberato dall’occupazione russa, la madre si trova per lavoro in Germania, i due paesi si trovano su fronti opposti e le comunicazioni sono saltuarie. Il racconto è privo di colpi di scena ma mette in risalto la formazione  della piccola Kati, che, essendo costretta a lavorare per aiutare i nonni, inizia a fare la mandriana e a lavorare in contesti diversi senza mai rinunciare a studiare da autodidatta, dimostrando di avere un alto valore morale e determinazione. Per motivi mai specificati, l'episodio 48 "O miyage no randoseru" (ああ入学?) ( "L'ammissione a scuola"), nel quale Kati affronta un duro esame di ammissione alla scuola sbalordendo la commissione per le sue ottime conoscenze di matematica e di lingua e letteratura finlandese, nella prima trasmissione italiana del 1984 non è andato in onda ed è stato trasmesso per la prima volta solamente durante la replica del 2009. Nel doppiaggio italiano, la voce della piccola Kati è di Daniela Fava, la sigla è cantata da Cristina D’Avena.

Trama

Katy è una bambina finlandese di sei anni che dopo la morte del padre e la conseguente partenza della madre per la Germania al seguito delle persone presso cui prestava servizio, rimane a vivere in campagna con i nonni. Tre anni dopo scoppia la prima guerra mondiale: Germania e Finlandia sono su fronti opposti e le comunicazioni tra i due Paesi sono rare. I pochi soldi che la madre mandava alla famiglia improvvisamente cessano di arrivare e di lei non si hanno più notizie. Viste le precarie condizioni economiche della famiglia, Katy che ormai ha nove anni, contro il parere dei nonni decide di andare a lavorare come mandriana presso alcuni possidenti della zona. Da quel momento la bimba avrà un gran da fare con la vita ed il lavoro di campagna, sempre accompagnata da Giona, un piccolo cane bassotto, che con il suo indispensabile apporto come cane pastore, la aiuterà e la farà apprezzare nel suo lavoro. Nel corso degli anni Katy passerà da un padrone all’altro, maturando tante esperienze: diventerà una mandriana provetta, imparerà a raccogliere e a filare la canapa e parteciperà alla tosatura delle pecore, ma comincerà anche ad apprezzare i racconti della sua terra che durante il lavoro nelle lunghe giornate invernali venivano raccontati da Gumilla una vecchia cantastorie. Inoltre la sua acuta intelligenza le permetterà di imparare a leggere e a scrivere da autodidatta e di scoprire il Kalevala, un grande poema epico nazionale finlandese alla cui lettura dedicherà tutto il suo impegno nonostante l’estrema difficoltà dell’opera. Tutto questo avrà una grande influenza nella sua vita futura. Attraverso le proprie vicende personali Katy viene in contatto con i grandi rivolgimenti che modificarono la storia della sua nazione (e dell’Europa) dal 1914 in poi, come la nascita di un sentimento indipendentista finlandese, la Prima Guerra Mondiale, la Rivoluzione Russa (che decreterà la fine del protettorato russo sul paese), il passaggio di Lenin per la Finlandia citato in un episodio. Ma la svolta della vita di Katy arriverà quando va a lavorare per una padrona con un figlio piccolo che ha bisogno di compagnia. La giovane donna prenderà subito in simpatia la piccola Katy, la tratterà come una figlia e quando si trasferirà a Turku le consentirà frequentare la scuola dove sorprendentemente, grazie ai lunghi studi che la ragazzina aveva fatto da sola durante il duro lavoro in campagna, Katy si ritrova a primeggiare. Alla fine della storia Katy si ricongiungerà finalmente con la madre e da adulta diventerà una grande scrittrice di racconti per ragazzi.

 

 

PAGINA IN ALLESTIMENTO